8 consigli fondamentali per chi vuole cambiare vita

 

Se ti aspetti di trovare il segreto del Santo Graal non leggere oltre. Niente formule magiche di seguito.
Ma Se davvero vuoi cambiare vita, sappi che verranno richiesti impegno e pazienza (con la consapevolezza che potresti seminare oggi e raccogliere nel lungo termine.


Ci siamo. Hai deciso che questa non e' la tua strada, che vuoi metterti in proprio, girare il mondo, diventare freelance, lavorare per un incubatore di start up o diventare il CEO della tua prossima società. 
Fantastico! 

Ma in termini concreti, cosa e' che devi fare per avvicinarti sempre di più al tuo sogno?
Non basta solo avere tanti bei propositi e fare di Richard Branson il tuo mito indiscusso, bisogna agire e farlo con tutto il carisma che abbiamo perché questi grandi cambiamenti presuppongono una preparazione e una costanza non indifferente.
Se sei pronto a mettere tutto (o quasi) in discussione per il tuo next step, prova a vedere cosa puoi cominciare a fare nella vita di tutti i giorni (oltre a lamentarti del fatto che hai bisogno di voltare pagina!)


 

1. CREATI UN NETWORK

Appena arrivata a Londra rimanevo abbastanza sconvolta dalla facilità con cui tutti mi spingessero a fare networking. Questo perché erroneamente confondevo il "mantenere ed accrescere la mia rete di contatti" con il “farsi raccomandare dalla mia rete di contatti”
 

“Come diavolo possono incentivarmi a stringere un rapporto e dirmi che questo mi potrà aprire tante porte? Non è questa una raccomandazione bella e buona? E io che credevo che questi inglesi fossero diversi”.

Solo in seguito ho capito che qualsiasi tipo di “nudge” o spintarella viene esclusivamente messa in atto se dall’altra parte la persona crede nelle tue capacità, è pronta a scommettere su di te e a metterci la faccia. Non abbiate paura di mandare una email o fare una chiamata per consolidare la relazione, chiedere un aiuto o anche solo affidarvi ad un parere.

Qualsiasi tipo di rapporto voi stringiate, se saprete coltivarlo e alimentarlo a dovere, vi potrebbe portare al contatto giusto o alla posizione remote che stavate cercando.

Quindi la prossima volta che vi verrà presentato l’amico dell’amico durante l’aperitivo dopo il lavoro, fate attenzione a che lavoro fa e a che esperienze ha maturato. Essere meno superficiali, non dimenticarsi il nome della persona che ci è stata introdotta 1.2 secondi dopo averle stretto la mano e chiederle che cosa fa nella vita si rivelerà a volte più produttivo di una candidatura ad una posizione aperta su Infojobs!

Per ispirarvi: In Italia  quelle di WorkWideWomen hanno capito esattamente quanto importante sia la forza del network e delle condivisone. Provate a dargli un'occhiata!

 

2. ISCRIVITI A MEETUP

“People are more powerful when they come together”.
Iscriversi ai Meetup eventi è forse una delle cose che più possono ispirarvi, darvi coraggio e sopratutto chiarirvi le idee. Si tratta di una piattaforma che vi permette di esprimere più preferenze verso determinati tipi di conferenze, incontri o eventi e di prendervi parte con altre persone che hanno le vostre stesse passioni.


Giovani donne professioniste, Social Media per il business e Small Business Marketing Strategy sono solo alcune delle centinaia di gruppi che si riuniscono ogni mese. Sembrerà una banalità ma quello di cui abbiamo bisogno in un periodo della vita dove ci stiamo preparando ad un grande cambiamento di carriera, è circondarci di persone che magari hanno già seguito quella strada, sapranno darci consiglio e ci permetteranno di godere del loro punto di vista. 
Ascoltare le esperienze di qualcuno che “ci è già passato” ci conforta e ci dà la carica per far sì che la nostra non rimanga solo un’idea.

 

3. NON SI FINISCE MAI DI IMPARARE

 Considerando che dovremmo dedicare almeno 5 ore di online learning a settimana per evitare che le nostre conoscenze diventino obsolete secondo BusinessInsider, ora come mai dobbiamo assicurare un certo livello di apprendimento costante.

Se la tua decisione e' quella di andartene da un ambiente di lavoro  per sperimentare territori inesplorati come il lavoro remote, freelance o in generale non convenzionale, o anche se stai pensando a trasferirti all’estero ma non hai ancora le idee chiare a riguardo, dovrai necessariamente rimetterti in discussione, qualsiasi sia la tua posizione.

Una sola regola: learn learn learn!

Esistono ormai migliaia di siti dove anche gratuitamente puoi allargare la tua conoscenza.

Comincia da cose che davvero ti appassionano e aggiungi mano mano skills più complesse. Quando farlo? Durante il commute in treno, nella pausa pranzo, dopo cena, nel weekend. 

 

4. AGGIORNA IL PROFILO LINKEDIN

Che se ne dica LinkedIn rimane sempre il più forte strumento in circolazione nel mondo del lavoro ed e' bene tenerlo aggiornato soprattutto in un momento di cambio di carriera (ma anche solo se abbiamo deciso di prenderci un grandioso gap year).

Comincia con il rendere il tuo profilo allettante e fai in modo che la tua pagina ti rappresenti in tutto e per tutto.

Abbi cura nell’aggiornare il tuo summary iniziale con una breve descrizione di te, sopratutto menzionando cosa davvero stai ricercando e come ti stai muovendo per raggiungere ciò che vorresti.

Avete più o meno 3.5 secondi per incuriosire chiunque sia finito sul vostro profilo e una grandiosa bio farà certamente la differenza. Non limitatevi alle parole, puntate anche sulle immagini e riassumete ciò che davvero vi rappresenta con un banner di copertina efficace.
State cercando di passare da una carriera corporate ad una start up? Provate immagini che richiamino l'innovazione, tecnologia, team working. 

Avete deciso che il remote working è il vostro prossimo step e state cercando di aumentare la vostra rete di remote workers?
Unite le vostre passioni in un fotogramma con un pc portatile, una caffè e una macchina fotografica. 

Due regole: ricordatevi di non superare le dimensioni 4000 x 1700 px (dimensioni minime 1000 x 425 px) e sopratutto non confondete linkedin con Facebook o il rischio sarà di risultare inopportuni.

Se cercate qualche sito dove scaricare gratuitamente i banner per la copertina - Free ImagesDreamstime, Unsplash (il mio preferito in assoluto).
Se volete invece ridimensionare un'immagine per LinkedIn (o per qualsiasi altro Social Media) Sprout Social Landscape è quello che fa per voi.

 

5. ISCRIVITI AI PORTALI PER CERCARE LAVORO E TIENILI AGGIORNATI

Qui c'è davvero poco da dire se non "non siate pigri e datevi da fare".
Ci sono migliaia di portali super interessanti in circolazione (ho scritto un articolo a riguardo, prova a dargli un'occhiata!) e tutto ciò che dovete fare e iscrivervi e buttare un occhio periodicamente.

Lo so che è una grande rottura di scatola inserire la nostra bio nei profili, sopratutto quando dobbiamo copiare e incollare info da LinkedIn (e quando non c'è l'opzione copia e incolla!).
Ma vogliamo essere sicuri di essere sempre aggiornati su ogni nuova posizione vacante, bando o apertura di candidature.

Le newsletters si riveleranno il nostro salva tempo, a patto però che non cestiniate tutto ciò che vi arriva!
Tips: selezionate solo le email più interessanti in una cartella e rileggetevele con calma e senza fretta quando avete il tempo per sedervi e prestargli davvero attenzione.

 

6. SEGUI I PROFILI SOCIAL (INSTAGRAM & TWITTER)

Instagram e Twitter possono rappresentare due magnifici alleati nella ricerca del vostro next step: il primo nasce con l'idea di ispirare il secondo con quella di incuriosire e spingerci a saperne di più. 
Beato chiunque abbia le idee chiare su cosa fare e su come muoversi per arrivarci!
Ma come comportarci se facciamo parte di quel gruppo di persone che non hanno la più pallida idea di che strada intraprendere?
In questo caso dare un'occhiata alle ultime tendenze potrà aiutarci a schiarirci le idee.

Nella sezione search provate a digitare cosa state ricercando (start up, remote working, independent creative agency, freelance, trasferirsi a Cape Town etc) e da lì iniziate la vostra selezione di profili.

Instagram vi filtra automaticamente i risultati di ricerca intorno a voi, ma se così non dovesse essere spostate il vostro filtro in “Places” e vi compariranno principalmente i profili di persone, agenzie, società della vostra città. Stesso procedimento per twitter, con la differenza che qui avrete i suggerimenti dei profili da seguire sulla sinistra.

Super easy!

Non dimenticatevi l’importanza della ricerca per hashtag.

Per un utilizzo assolutamente smart di entrambi preparatevi un foglio Excel e copiate ed incollate tutte le pagine che vi ispirano e vi fanno pensare “Cavolo, anche io vorrei lavorare qui!". In questo modo avrete la possibilità di non perdere le ricerche potenzialmente importanti quando passate da un profilo all’altro.

Una volta ottenuta una lista più o meno consistente potete cominciare a raccogliere tutte le informazioni che vi servono: siti web, numeri di telefono, contatti email nel caso vogliate direttamente mandare la vostra applicazione o chiedere info. 

Non limitatevi ad utilizzarlo per la ricerca del vostro prossimo lavoro ma applicate questo metodo anche solo se volete lasciarvi inspirare da coloro che hanno già iniziato un’avventura simile a quella che avete in mente: sabbatical year, working abroad, etc.

Ancora una volta non abbiate paura di contattare direttamente la persona/agenzia che vi interessa: sui social l'essere pro-attivi ripaga sempre.

 

7. APPLICARE LA GEO-LOCALIZZAZIONE

OK, la fiducia che riponiamo nella SEO e nei primi risultati che Google ci offre durante la nostra ricerca è infinita, ma capita a volte che ciò che ci viene offerto non soddisfi per niente ciò che ci aspettiamo. 

Non limitarti alla ricerca tradizionale ma cerca di metterci quanta più fantasia possibile. Se ad esempio sei interessato a lavorare in una piccola start up in una determinata area di Londra, di Bali o San Francisco prova a geo-localizzare la tua ricerca: apri google map e scrivi start up o creative agency, o food wastage, o qualsiasi criterio ti possa riportare alla tua decisione. 

Stesso procedimento anche qui, crea un Excel dove salvare tutte i risultati interessanti e solo una volta ottenuta una lista più o meno consistente, comincia a sbirciare nelle loro pagine web, social, manda candidatura spontanea e, se ne hai occasione, vai direttamente in sede!

 

 8. ALLONTANATI UN PÒ DAL TUO OBIETTIVO

Quello che vogliamo e' un cambio radicale, e' ottenere più libertà e più serenità dal nostro lavoro, è riuscire a trovare il nostro path, ciò che davvero ci rende felici.
Quello che NON vogliamo e' rimanere incagliati nella fase di transizione e vivere un incubo perché incontriamo più difficoltà di quelle inizialmente pianificate.
In questo caso c'è una sola cosa da fare: staccare la spina!
Allontanarsi per un weekend, fare qualcosa di diverso, lasciare passare due giorni senza toccare il computer e senza  fare le nostre ricerche ci darà quella serenità fondamentale per poter rivedere il nostro obiettivo finale con la giusta grinta.

Allargare la visuale e decidere di dare una svolta alla nostra vita è una scelta coraggiosa e importante è forse ti sembrerà banale ma la fretta, l'impazienza e l'accanimento non ti porteranno da nessuna parte. Rischiamo di rendere il nostro grande progetto una mera ossessione, stressando le nostre aspettative e scordandoci del nostro vero obiettivo.

Futuro freelance, prossimo world traveller o next remote worker: il tuo momento arriverà se è davvero questo quello che desideri, te lo assicuro.
La regola d'altronde rimane sempre una: godersi il viaggio verso la meta finale.

 Photo by  Shannon Kelley  on  Unsplash